05 gennaio 2018 Monte Bocco (PR) - Difficili operazioni di ricerca per alpinista disperso. Condizioni meteo avverse e buio ostacolano i soccorsi.

Il personale del Soccorso Alpino di Parma e Reggio Emilia e il Soccorso Alpino Toscano (stazioni di Massa e Carrara) sono impegnati in un intervento di ricerca di un alpinista in difficoltà, sul Monte Bocco, sul crinale che separa le province di Parma e Massa Carrara (fra i comuni di Monchio delle Corti e Comano). L'uomo, residente in provincia di Reggio Emilia, ha parcheggiato la propria auto nei pressi del Passo del Lagastrello, imboccando il sentiero CAI 110 che dal versante toscano risale alla sommità del monte Bocco.
Tradito dalla nebbia e dal ghiaccio, l'alpinista (dotato di piccozza e ramponi) ha perso l'orientamento, rimanendo bloccato in un canale di neve ghiacciata e con l'attrezzatura per la movimentazione danneggiata. L'uomo è riuscito a chiamare i soccorsi, dando poche notizie e perdendo successivamente il segnale telefonico; l'allarme è stato raccolto dai tecnici del Soccorso Alpino della Stazione Monte Orsaro di Parma, che hanno immediatamente iniziato le operazioni di ricerca. Buio, forte vento in quota, nebbia, manto nevoso instabile stanno rendendo più difficili le operazioni di ricerca ed individuazione del malcapitato. Non sono stati possibili impieghi di velivoli per sorvoli della zona. Nel frattempo si sono attivate anche le squadre della stazione Monte Cusna di Reggio e delle stazioni del SAST di Massa e Carrara-Lunigiana. Sono sul posto circa 30 volontari del Soccorso Alpino, Tecnici, Operatori e Tecnici di Ricerca, con mezzi e basi operative mobili, altre squadre sono già state messe in preallerta nel caso la ricerca dovesse prolungarsi.