1 maggio 2018. DUE GIOVANI SCIALPINISTI PERDONO LA VITA SUL CANALE OPPEL. Ci stringiamo attorno alle famiglie, agli amici ed ai colleghi.

Questa mattina due giovani scialpinisti hanno perso la vita sull'Antelao, nel territorio di Calalzo di Cadore (Belluno). Stavano affrontando la parte conclusiva del Canale Oppel, quando sono scivolati entrambi, fermandosi ad alcune centinaia di metri sullo sbocco sottostante. A dare l'allarme, alle 8:30 circa, altri tre alpinisti che stavano risalendo il canale. L'elicottero del SUEm 118 di Pieve di Cadore ha raggiunto il luogo dell'incidente. Le salme, ricomposte e imbarellate, sono state recuperate con il verricello e trasportate fino al carro funebre, che le ha accompagnate alla cella mortuaria di Pieve di Cadore. Sul posto anche il Soccorso Alpino di Pieve di Cadore.

Vi comunichiamo tutto questo con immenso dolore. Entrambi i ragazzi appartengono al Soccorso Alpino delle Dolomiti Bellunesi: Enrico Frescura, 30 anni, del Soccorso Alpino di Pieve di Cadore, e Alessandro Marengon, 28 anni, del Soccorso Alpino del Centro Cadore. Il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico - CNSAS e il Soccorso alpino e speleologico Veneto piangono i propri ragazzi e si stringono alle loro famiglie.

31674167_1037940753034912_8147504272762732544_n.jpg

Testo di Michela Canova, addetta stampa CNSAS Veneto