2 agosto 2018. Cima Tauffi Acquamarcia e S.Anna Pelago (MO).Due interventi di ricerca per i tecnici del Soccorso Alpino modenese.

Nel primo pomeriggio di giovedì 2 agosto il Soccorso Alpino e Speleologico Emilia Romagna è intervenuto in due distinti scenari, per portare aiuto a otto escursionisti in difficoltà sull’appennino modenese, nei comuni rispettivamente di S.Anna Pelago e Fanano. Nel primo intervento, la Centrale Operativa ha attivato le squadre territoriali per un escursionista livornese di sessantotto anni, che dopo essere partito dall’abitato di Sant’Anna si è inoltrato sul sentiero in direzione del Passo delle Radici. Accortosi di non essere sul sentiero precedentemente pianificato, ha chiamato aiuto telefonicamente, attivando i soccorsi. I tecnici del Soccorso Alpino hanno quindi iniziato l’avvicinamento all’uomo, dapprima con mezzi fuoristrada e quindi con un lungo tratto a piedi; una volta raggiunto e assicuratisi delle buone condizioni di salute, gli uomini e le donne del SAER lo hanno riaccompagnato in sicurezza a valle.
Contemporaneamente, un’altra sqaudra di tecnici del Soccorso Alpino è stata attivata, sempre dalla Centrale del 118 Emilia Est, per un gruppo di sette scout in difficoltà nella zona di Cima Tauffi (Fanano), al confine tra le province di Modena e Pistoia. Le giovani ragazze, tutte provenienti da Firenze e di età compresa tra i dodici e quindici anni, sono state raggiunte sul posto da una squadra del Soccorso Alpino, quindi trasportate con un elicottero dei Vigili del Fuoco, proveniente da Bologna fino al campo sportivo di Fanano.