20 gennaio 2018. MONTE MARMAGNA (Corniglio - PR). Escursionisti in difficoltà per il ghiaccio; due interventi in contemporanea per il Soccorso Alpino parmense.

Nel primo pomeriggio di sabato 20 gennaio i tecnici della Stazione Monte Orsaro del Soccorso Alpino di Parma sono dovuti intervenire in due distinti interventi in Valparma, portati a termine in contemporanea ed a poche centinaia di metri di distanza,a causa del ghiaccio che ricopre i pendii su tutto l'Appennino. Sulle pendici del Monte Marmagna, due escursioniste ventinovenni residenti in provincia di Massa-Carrara, si sono trovate in difficoltà e prive di piccozza e ramponi; fortunatamente due tecnici del SAER di passaggio hanno notato le ragazze, che una volta arrivate sulla vetta dimostravano forti difficoltà a scendere a causa del ghiaccio. I due volontari del Soccorso Alpino le hanno accompagnate in sicurezza fino al rifugio Lagdei, dove hanno fatto rientro alla propria automobile incolumi.Nel frattempo,tra la Capanna Schiaffino e il Lago Padre,altri due soccorritori hanno notato che due escursionisti, questa volta residenti in provincia di Parma,erano in difficoltà su una placca di roccia rivestita da un duro strato di ghiaccio; anche in questo caso, sono stati accompagnati fino al Lago Santo in sicurezza, e quindi fino al parcheggio di Lagdei,anch'essi senza problematiche di tipo sanitario. Due distinti episodi che hanno visto un lieto fine anche grazie all'assidua frequentazione delle località montane e alla grande esperienza del personale del SAER; a tal proposito il Soccorso Alpino ricorda che su tutto l'Appennino parmense,dalla Valcedra alla Valceno, i recenti fenomeni meteorologici hanno favorito la formazione di ghiaccio e pertanto si invitano tutti i frequentatori della montagna ad affrontare le escursioni con adeguato abbigliamento e soprattutto muniti di ramponi e piccozza.