23 settembre 2017 Passo delle Pianazze (Pc-Pr). Esce per funghi e si perde nel bosco. Ritrovato in discrete condizioni dopo quasi 24 ore di ricerca.

E’ stato ritrovato stanco, affaticato ed infreddolito ma tuttosommato in buone condizioni di salute l’uomo settantaduenne uscito per funghi e persosi lo scorso fine settimana in localià Passo delle Pianazze, al confine tra le province di Parma e Piacenza. 
A dare l’allarme, nella serata dello scorso Venerdì 22 Settembre, presso la questura di Piacenza sono stati i figli dell’uomo – un settantaduenne di S. Giorgio Piacentino – che non avevano visto il padre rientrare dopo che il giorno precedente era uscito per andare in cerca di funghi. L’auto è stata rinvenuta esattamente a fianco del cartello stradale che separa le due province, spostata di qualche metro sul versante bardigiano, e già nella sera di Venerdì sono iniziate le prime perlustrazioni; ad intervenire dalle ore 21.30 sono stati quindici tecnici del SAER provenienti dalla Stazione Monte Orsaro di Parma e Monte Alfeo di Piacenza che hanno allestito una base mobile, insieme ai Vigili del Fuoco di Bobbio,i Carabinieri di Farini e Bardi e la Croce Azzurra di Ferriere. Le ricerche, che si sono protratte fino alle ore 2.30 della mattina seguente, hanno riguardato soprattutto sentieri e strade bianche, purtroppo senza dare esito. Le perlustrazioni sono quindi riprese sabato 23 con le prime luci, ed hanno visto coinvolti oltre venti tecnici del Soccorso Alpino delle due stazioni provinciali, i Vigili del Fuoco di Parma (subentrati ai colleghi piacentini) con il supporto di un elicottero, i Carabinieri delle stazioni di Farini e Bardi, la Compagnia Carabnieri di Borgotaro, i gruppi cinofili di protezione civile “Il Branco” e “La Lupa”, rispettivamente della provincia di Parma e di Piacenza, volontari della Protezione Civile, la Croce Rossa Italiana di Piacenza; circa un centinaio di soccorritori che per quasi 24 ore hanno battuto la zona tra i comuni di Farini (Pc) e Bardi (Pr), aiutati spesso dalla popolazione locale che – ottima conoscitrice della zona – ha spesso indirizzato le squadre di ricerca. Intorno alle ore 19 di sabato, su indicazione proprio di alcuni abitanti del luogo che avevano notato una persona poco a monte dell’abitato di Pione (Bardi), i tecnici del SAER si sono mobilitati ed hanno trovato l’uomo a fianco di una carraia. Stanco e infreddolito per le due notti passate all’addiaccio con temperature che si avvicinavano allo zero, ma senza particolari problemi di salute, il cercatore di funghi è stato trasportato a bordo di un fuoristrada del Soccorso Alpino fino al valico delle Pianazze, dove è stato affidato ai sanitari per gli accertamenti del caso.