3 novembre 2017 - Cavone Lizzano in Belvedere (BO). Soccorso particolarmente impegnativo per i volontari della Stazione Corno alle Scale (BO). Biker cade in un canalone di notte.

Brutta avventura per un biker che, in escursione notturna con altri compagni, la ruota della bici si è intraversata su una radice, e lui è caduto in un canalone per 20 metri, ferndosi alla testa. E' successo ieri sera, quando i tecnici della stazione Corno alla Scale del Soccorso Alpino Emilia Romagna sono intervenuti intorno alle ore 20 per soccorrere un biker, scivolato lungo un canalone per una ventina di metriL’incidente è avvenuto nel comune di Lizzano in Belvedere, nell’alto Appennino bolognese, lungo il sentiero 401/n che dal monte Spigolino porta verso Passo del Lupo e il monte della Riva, in un punto molto distante dalla strada asfaltata.Ad essere coinvolto nell’incidente, un 38enne residente a Lizzano, che si trovava lungo i sentieri per un’escursione notturna in mountain bike in compagnia di alcuni amici. Per cause da accertare, il 38enne ha urtato accidentalmente una radice coperta dalle foglie, ed è caduta a terra, scivolando lungo il canalone per una ventina di metri.Per i tecnici del Soccorso Alpino si è trattato di un intervento ad alta valenza tecnica, in un ambiente estremamente severo: i tecnici hanno dovuto percorrere 800 metri di salita a piedi con la barella in spalla per raggiungere l’infortunato. Le operazioni di soccorso sono state inoltre complicate dal buio.I tecnici hanno recuperato il biker con la barella, trasportandolo nel più vicino punto carrozzabile. Sul posto anche un’ambulanza e un’automedica competenti per territorio che hanno valutato di centralizzare il paziente, che ha riportato un trauma cranico commotivo e traumi multipli, all’ospedale Maggiore di Bologna. Il trasporto è avvento mediante elicottero del 118 partito da Bologna in volo notturno, e atterrato nella piazzola adibita al volo notturno di Sassuriano di Gaggio Montano.