Lago Scuro (Corniglio – Pr). Escursionista scivola sul ghiaccio e si infortuna ad una gamba. Raggiunta e trasportata a valle dal Soccorso Alpino.

E’ stato un Santo Stefano di lavoro, quello dei tecnici del Corpo Nazionale di Soccorso Alpino e Speleologico della Stazione Monte Orsaro di Parma, che nel pomeriggio del 26 Dicembre sono intervenuti sul sentiero CAI 711, non distante dal Lago Scuro, nel comprensorio dei Lagoni (comune di Corniglio) all’interno del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano.  Erano infatti da poco passate le ore 15.00 quando la Centrale Operativa Emilia Ovest ha allertato i tecnici del Soccorso Alpino per una escursionista in difficoltà; la donna – I. V. una trentacinquenne originaria di Reggio Emilia ma residente da tempo in provincia di Parma- si trovava con il compagno sul sentiero di rientro in prossimità del Lago Scuro a 1500 metri circa di quota, quando è scivolata sul terreno ghiacciato, accusando un forte dolore alla caviglia. Impossibilitata a proseguire autonomamente fino a valle, il compagno ha dato l’allarme contattando il 118. Subito il Soccorso Alpino è stato attivato, arrivando con dieci tecnici, più altri in stand-by in caso di necessità, sul posto dell’incidente. Dopo aver immobilizzato l’arto, gli operatori del SAER hanno organizzato una serie di calate per il trasporto della barella verso valle; dopo una lunga operazione, resa ancor più delicata dal buio, la sfortunata escursionista è stata portata fino al Rifugio Lagoni, dove al parcheggio era ad attenderla l’ambulanza dell’Assistenza Pubblica di Langhirano, che successivamente la ha trasportata all’Ospedale Maggiore di Parma, con una sospetta frattura all’arto inferiore.