Montebello (RN)- Cacciatore accusa un malore in una zona impervia. Raggiunto e accompagnato all’ambulanza dal Corpo Nazionale di Soccorso Alpino e Speleologico e dai sanitari del 118.

La stazione “Monte Falco” del Corpo Nazionale di Soccorso Alpino e Speleologico è stata attivata nella sera di Martedì 28 Febbraio per portare aiuto ad un cacciatore di Rimini, colto da malore durante una battuta di caccia nella zona di Montebello. L’uomo – un cinquantaduenne – si trovava in un punto particolarmente impervio quando, intorno alle ore 20.15, è stato colto da un malore. Immediato l’invio dei soccorsi disposti dalla Centrale Operativa del 118, composti da un team di sette tecnici del Soccorso Alpino, tra i quali un medico, l’ambulanza infermieristica e l’automedica. Raggiunto lo sfortunato cacciatore – che nel frattempo aveva subito una momentanea perdita di coscienza - i soccorritori hanno valutato lo stato di salute dell’uomo: una volta stabilizzato è stato predisposto il trasporto in ambulanza e quindi il ricovero all’Ospedale di Rimini.