Sorgenti del Secchia (Ventasso-Re). Escursionista scivola infortunandosi alla caviglia; raggiunta e trasportata a valle dal SAER.

  Il Soccorso Alpino di Reggio Emilia ha portato a termine nel tardo pomeriggio di Domenica 14 Maggio, un intervento di soccorso sanitario per una donna infortunatasi in un tratto roccioso, presso le Sorgenti del Secchia, nel gruppo montuoso dell'Alpe di Succiso-Casarola, nel comune di Ventasso. La donna,una cinquantaquattrenne di La Spezia,era in zona con amici per un'escursione quando,sul sentiero di rientro,è scivolata e da subito ha accusato un forte dolore alla caviglia. I compagni di escursione hanno chiamato la centrale operativa Emilia Ovest,che ha immediatamente inoltrato l'allarme alle donne e agli uomini del Soccorso Alpino. Le squadre territoriali della Stazione Monte Cusna sono arrivate sul posto a piedi, e complice la nebbia che ha reso impossibile l'intervento dell'elicottero,hanno trasportato la paziente -una volta stabilizzata- fino al Passo dell'Ospedalaccio con la barella assicurata alle corde,utilizzando il metodo di calata "lecchese". Una volta giunti all'Ospedalaccio,la donna è stata caricata sul mezzo fuoristrada del SAER e da qui fino al Passo del Cerreto,dove ad attenderla vi era l'ambulanza della Croce Verde di Busana,che ha infine trasportato la trekker ligure al nosocomio di Castelnovo Monti con una sospetta frattura all'arto inferiore.